Vini siciliani Bianchi

Vino bianco Grillo Kinisia

13,00

Scheda Tecnica del vino Grillo Kinisia

Zona di produzione:
Trapani (Sicily – Italy)
Varietà: Grillo – BIANCO
Vendemmia: 2017
Grado alcolico: 13% vol.
Profumo: Ampio bouquet aromatico con notevoli sentori di frutta bianca e di agrumi
Gusto: Elegante, persistente e ben bilanciato

Descrizione

Uva Grillo: le varietà e le origini del Vino Bianco Grillo Kinisia

La varietà delle uve Grillo è stata per secoli esclusiva del territorio Marsalese e ha particolare importanza nella produzione del marsala del quale è uno dei vitigni più utilizzati, spesso insieme all’Inzolia e al Catarratto. Ma il vino Marsala migliore viene ottenuto proprio da uve Grillo. Caratteristica del Vino Grillo è la sua vocazione a diventare vino di alto grado alcolico, superando talvolta la gradazione di 15/16 °C. Altra vocazione insolita per un vino bianco è quella di essere ottimo come vino invecchiato, per anni, decenni, o secoli.

Oltre che per il Marsala, il vitigno può essere vinificato in purezza, grazie alla quale è in grado di dare vini di grande spessore organolettico: sapidi, profumati e soprattutto con un buon potenziale di longevità, superiore a tutti i vini bianchi siciliani. A seconda delle zone di produzione, ogni vino ottenuto da uve Grillo presenta caratteristiche organolettiche diverse: le aree di conclamata qualità sono la contrada Petrosilena di Triglia Scaletta, Favarotta, Spagnola, Birgi.

Caratteristiche organolettiche del Vino Grillo Kinisia:

Al naso il Grillo è un vino fruttato con sentori di melone e pera e leggermente floreale con note di fiori di limone. Rivela note erbacee di thé e foglie di ortica e ha anche un sottofondo piacevolmente agrumato. Al palato invece il Grillo si presenta come un vino bianco di corpo, fresco e minerale e con una nota alcolica discretamente percettibile. In bocca a una buona persistenza con ricordi agrumati e floreali.

Vino Grillo: abbinamento e temperatura di servizio

Il Kinisia Grillo si abbina ad antipasti di pesce e molluschi, a primi piatti con condimenti di verdure e pesce, a secondi di pesce e anche ai crostacei fritti. Ottimo come aperitivo. Si può degustare anche con salumi dal gusto delicato. Da servire a una temperatura di 8-10 °C.

Migliori vini italiani 2017. Concours Mondial de Bruxelles